BLOG

Un altro 8 marzo: lo sport e l’inclusione delle donne

Giornate Internazionali - Redazione - 5 Marzo 2024

 

 

Si terrà a Bruxelles il prossimo 7 marzo la Riunione interparlamentare della Commissione per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere del Parlamento europeo sul tema “Donne nello sport”

In occasione della Giornata internazionale della donna 2024, il Presidente della Commissione per i diritti della donna e dell’uguaglianza di genere (FEMM) del Parlamento europeo, Robert Biedron, ha invitato i Parlamenti nazionali a partecipare alla riunione del 7 marzo 2024 sul tema del rapporto tra donne e sport, con specifico riferimento ai profili dell’uguaglianza di genere.

L’incontro verrà introdotto dalle note di indirizzo del Presidente della Commissione FEMM, e, in video messaggio, della Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola.
Dopo l’intervento introduttivo del Ministro per l’uguaglianza della Polonia, Katarzyna Kotula, seguirà la presentazione del tema da parte di esperti. Si aprirà quindi la discussione con i rappresentanti dei
Parlamenti nazionali.
La delegazione del Parlamento italiano è composta per il Senato dalla senatrice Domenica Spinelli, membro della I Commissione permanente (Affari costituzionali) e per la Camera dei Deputati dagli onorevoli Mauro Berruto (PD- IDP) e Nicole Matteoni (FdI), membri della VII Commissione permanente (Cultura, scienza e istruzione).

Come documento preparatorio è stata rilasciato un dossier su donne e sport.

Come ivi ricordato:

<<La dimensione europea dello sport è oggetto di crescenti attenzioni nelle politiche dell’Unione, integrandosi con le politiche sanitarie, economiche e commerciali, nonché – in ragione dell’eminente funzione sociale ed educativa dello sport – con le politiche per i diritti e per i valori comuni dell’UE.
L’attività coordinata dall’UE sull’uguaglianza di genere nella politica dello sport è iniziata nel 2010, quando il Consiglio dell’UE, nelle sue Conclusioni sul ruolo dello sport come fonte e motore di inclusione sociale attiva, ha introdotto l’obiettivo di incoraggiare la parità di genere nello sport. Ciò riguarda in particolare l’accesso allo sport e la rappresentanza negli organi decisionali, e comprende misure attive contro gli stereotipi di genere. Successivamente, il Consiglio ha deliberato atti di impulso per la valorizzazione dello sport come volano di inclusione sociale e fattore abilitante per lo sviluppo sostenibile>>

 

Per approfondire

Dossier Donne e Sport 2024

Potrebbe interessarti anche