agenda

21. Parole in Comune. Centralità delle relazioni nei processi di cambiamento

Teatro Santa Giulia del Villaggio Prealpino - Brescia - 04.10.2022 ore 14:30

Il Settore Risorse Umane del Comune di Brescia sta organizzando un evento dal titolo ”21. Parole in Comune. Centralità delle relazioni nei processi di cambiamento” per il giorno 4 ottobre pomeriggio alle 14.30 presso il Teatro Santa Giulia del Villaggio Prealpino. Lo scopo è condividere l’esperienza di innovazione organizzativa che il Comune ha vissuto, e che sta proseguendo, per fare rete dentro l’organizzazione e sul territorio, al fine di attivare servizi innovativi.

A partire dal 2020 il Comune ha attivato diverse progettualità, tra cui: quattro gruppi di innovazione interni (un gruppo di dipendenti trasversale chiamato Agilmente, un gruppo di responsabili innovatori, un gruppo di ufficiali di polizia locale e l’albo dei formatori interni) e due reti territoriali: il navigation team dell’Alleanza locale di conciliazione di Brescia (51 enti pubblici e  privati aderenti) e la Rete antidiscriminazioni (33 associazioni e realtà coinvolte).

Il lavoro di questi gruppi è stato riassunto e raccontato in un modo particolarmente creativo attraverso il progetto di libro d’artista del Collettivo DMAV, ensemble creativo che si occupa a livello nazionale di progetti di arte pubblica e di esplorazione delle dinamiche di comunità. Il libro, dal titolo “21. Parole in Comune”, riprende la forma suggestiva dell’abecedario e condensa in 21 parole e altrettanti segni grafici le 21 parole scelte dai partecipanti del progetto per dare vita a un’idea di comunità e di sviluppo del territorio.

In questo evento del 4 ottobre il libro d’artista prenderà vita attraverso una performance che renderà vive le parole dell’abecedario e utilizzerà il linguaggio dell’arte e della creatività per raccontare il percorso del Comune di Brescia e di tutti i suoi partner. L’incontro vedrà l’introduzione del prof. Renato Ruffini dell’Università degli Studi di Milano sul tema “fare rete nei processi di comunità” e sarà arricchito da una serie di condivisioni sui significati del progetto da parte di alcuni partecipanti.

Come dice Laura Castelletti, Vicesindaca e Assessora alla cultura del Comune di Brescia: “Ci troviamo di fronte a un cambiamento culturale che trova nello sviluppo del team work uno snodo centrale. Attivare gruppi di lavoro innovativi in grado di proporre soluzioni co-progettate per soddisfare i nuovi bisogni libera le persone dall’approccio burocratico esecutivo e favorisce la creatività e l’innovazione. Infatti, persone libere di trovare soluzioni concrete, per raggiungere obiettivi condivisi in team, hanno la possibilità di sprigionare il loro potenziale e di innovare i servizi. Questa progettualità intende muoversi in questa direzione e contribuire a far crescere nel Comune di Brescia un nuovo approccio organizzativo, basato su strumenti operativi e modelli di facilitazione del cambiamento, con l’ambizione di essere un modello pilota replicabile nelle altre organizzazioni pubbliche”.

L’evento è rivolto a tutti i dipendenti comunali, alle realtà coinvolte nelle Reti sopra menzionate e ad altre realtà pubbliche o private interessate a condividere questa esperienza.

Cos’è DMAV – Dalla maschera al volto

DMAV è un collettivo di arte sociale che crea installazioni ed eventi di agitazione empatica entrando in relazione con le comunità e generando percorsi di consapevolezza sociale. Propone un’esperienza artistica ad alto livello di interazione utilizzando forme espressive, linguaggi e media diversi. Ricorrendo alla fotografia, alla performance, a videoinstallazioni, a creazioni di design, ad ambientazioni musicali elettroniche, DMAV crea spazi immersivi nei quali fare entrare le comunità per accedere a visioni dei futuri possibili.

Per questo progetto DMAV  è rappresentato da Alessandro Rinaldi, Nicola Artico, Nicola Gaiarin, Alfredo Carlo, Marzia Nobile Dal 2016 il Collettivo è entrato nel progetto The  Independent del MAXXI di Roma, dedicato ai collettivi europei indipendenti. Negli ultimi anni DMAV ha realizzato diversi progetti di arte pubblica con un forte coinvolgimento della comunità in diverse città italiane tra cui: Flow, Pesaro, 2015 / Home, Pordenone, 2016 / Segreto Visibile, Udine, 2017 / Living Bodies, Udine, 2018 / Doublin’, Trieste, 2019/ Innumera, Aquileia, 2021 / Sacred Ground, Torino, 2021 / Do it Yourself, Bologna, 2022. Nel 2021 DMAV ha superato una selezione di oltre 7000 artisti da tutto il mondo, entrando tra i finalisti del Laguna Art Prize e potendo così presentare i suoi progetti nel prestigioso spazio dell’Arsenale di Venezia.

Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione clicca qui 
Le iscrizioni saranno aperte fino al 30 settembre e, comunque, fino ad esaurimento dei posti.

Per ulteriori informazioni: la referente di progetto è la dr.ssa Barbara Bresciani, tel. 0302978309, mail: bbresciani@comune.bresciani.it

 

 

Per approfondire

Programma Locandina evento

Potrebbe interessarti anche